Cartoline della Rigenerazione – GAST Campilonghi (Treviso)

Cartoline x A di Città

La cartolina di oggi arriva da Montebelluna, Treviso.

Cari amici di Rosarno, tanti saluti da Montebelluna!

Come dov’è Montebelluna? Avete presente la bellissima città di Treviso a una sessantina di chilometri dalla ancor più bella città di Venezia? Ecco, siamo in quella provincia lì, ai piedi delle Prealpi venete.

E chi siamo? Siamo un gruppo di persone (architetti, impiegati, medici, imprenditori, pensionati, …) sensibili ai temi della salvaguardia del territorio e dell’ambiente, attenti alla cultura del cibo buono e sano, convinti delle necessità di un’agricoltura sostenibile fatta secondo i ritmi della natura e certi che la condivisione delle buone pratiche sia una delle vie possibili da percorrere per ottenere questi risultati. O semplicemente perché ci piace così.

Per questo motivo, già dal 2012 si è cominciato a pensare alla possibilità di acquistare collettivamente un pezzo di terreno da adibire ad agricoltura biologica e, perché no, anche a luogo di aggregazione intorno al quale parlare di cibo, di salvaguardia del territorio, di rispetto dell’ambiente e dell’uomo che lo abita.

Così abbiamo individuato una porzione di terreno di 30.000 mq con un annesso rustico in vendita in una zona agricola a sud di Montebelluna. I proprietari, una signora vedova e i suoi quattro figli, avevano deciso di metterlo in vendita ma a condizione che continuasse ad essere coltivato così come lo aveva sempre fatto suo marito, visto che il terreno è letteralmente circondato da cave di ghiaia ed è molto ambito dai cavatori della zona!

Il progetto era quello di racimolare una quarantina di famiglie che avessero intenzione di investire circa 10.000 euro in una iniziativa del genere, acquistare il terreno e, per quanto riguarda la coltivazione vera e propria, darlo in gestione ad un giovane agricoltore già proprietario di una sua azienda agricola. Il resto dei soci avrebbe fornito la mano d’opera vera e propria. Così abbiamo cominciato a spargere la voce, ad uscire con articoli sui giornali, a rilasciare interviste alle tv locali, a riunirci per pensare come sviluppare questo progetto.

Beh, sono passati due anni e il 14 febbraio 2014 abbiamo fondato la nostra società agricola cooperativa. L’abbiamo chiamata GAST Campilonghi (GAST sta per Gruppo Acquisto Solidale Terreno e Campilonghi è la località in cui si trova il terreno – se si guarda la piantina del terreno si capisce perché…!). Il progetto è piaciuto così tanto ai proprietari che tre di loro hanno deciso di partecipare al progetto!

Dunque siamo arrivati alla prima tappa: siamo 34 famiglie, abbiamo investito la cifra di denaro prevista, abbiamo acquistato il terreno e, soprattutto , la cosa più bella, il 15 marzo abbiamo seminato i nostri primi piselli!

Il progetto prevede di dividere il terreno in quattro porzioni: il primo coltivato ad alberi da frutto e legna, il secondo a colture autunno/invernali, il terzo a colture primaverili/estive, il quarto a cereali. Inoltre abbiamo deciso di lasciare un pezzo di prato vicino al rustico per le iniziative culturali.

Il 15 giugno abbiamo già in programma la festa dei “risi e bisi” (riso e piselli) in campo.

Siete tutti invitati! 

Mariateresa Bordin – vicepresidente GAST Campilonghi

 

Per saperne di più sul GAST Campilonghi, vi consigliamo qualche lettura e la pagina facebook 

Annunci